copertinafacebookzenia
Blog
Last 10 articles
Archive

BlogFoolk

2021-02-17 09:06

Nora

BlogFoolk

"In copertina del nuovo #Foolkmagazine è il folk immaginario di Zenìa. Con Nora Tigges, Massimiliano Felice e Davide Roberto andiamo alla scoperta di

English text below ⬇️

 

"In copertina del nuovo #Foolkmagazine è il folk immaginario di Zenìa. Con Nora Tigges, Massimiliano Felice e Davide Roberto andiamo alla scoperta di questa città “fantastica”, archetipo di approdi mediterranei e di intrecci culturali."

 

Recensione e Intervista per Zenìa - Folk Immaginario a cura di Ciro De Rosa  per Blogfoolk.

 

📖 https://www.blogfoolk.com/2021/02/zenia-suoni-e-storie-di-un-paese.html?m=1

 

"Dall’ascolto e dalla lettura di questo CD-book emerge una musica che suona familiare nei suoi rimandi e nelle sue assonanze, impregnata di terra in cui scorrono tanti fertili rivoli folklorici, con un baricentro musicale centro-meridionale italiano in cui si innestano altri mondi sonori (Est Europa, Brasile, jazz, in primis). Eppure la musica di Zenìa non riducibile a una definizione di genere né ai cliché world-oriented."

 

Grazie a Ciro De Rosa e a BlogFoolk per questa intervista, recensione e attenzione data al nostro percorso artistico. Il 2020 ed anche il 2021 ci sta dando soddisfazioni, nonostante tutto.

 

🔊 Zenìa "Suoni e storie di un paese immaginario" on Spotify

 

https://open.spotify.com/album/7wxFcuCMhAdfQME9kcHTp1?si=SnCXh5zqTlS874xLJmli3Q

 

Buona Lettura e Buon Ascolto 🌈🎉😀
 

---

 

“The imaginary folk of Zenìa is the cover story of the latest #foolkmagazine issue. We hear from Nora Tigges, Massimiliano Felice and Davide Roberto about this “fictitious” archetypal Mediterranean city of landings and cultural intertwining.”

 

Review and interview with Zenìa – imaginary folk by Ciro de Rosa, chief editor of Blogfoolk Magazine.

 

📖 https://www.blogfoolk.com/2021/02/zenia-suoni-e-storie-di-un-paese.html?m=1

 

“In reading and listening to this cd-book, we encounter music ringing with familiar references and affinities, as though imbued with a soil trickling with many fertile folkloric streams, with peninsular Italy as a central hub on which other sonic worlds are grafted (notably Eastern Europe, Brasil and jazz). Nevertheless, the music of Zenìa escapes both definition by genre and world-oriented clichés.”

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder